Sistema scolastico e formativo

Attività formative

Servizi

Legislazione

Osservatorio scuola

Eventi e tempo libero

Notizie

Home > Docenti > Scuola 2030 > Le tappe del percorso

 

Le tappe del percorso



"La scuola delle ragazze e dei ragazzi che avranno vent’anni nel 2030" è un percorso di riflessione sul sistema scolastico sammarinese, promosso e coordinato dalla Segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura. Iniziato nel 2013, ha coinvolto nella sua prima fase i dirigenti di tutti gli ordini scolastici e un pool di esperti (Giancarlo Cerini, Luigi Guerra, Carlo Petracca), chiamati ad effettuare una ricognizione preliminare sullo stato di salute e sulle possibili direttrici di sviluppo del sistema educativo e formativo.

Ne è scaturito un primo documento che individua, in forma interlocutoria, i nodi fondamentali che dovranno guidare il percorso di riflessione, nella convinzione che il modo migliore per approcciare un problema così complesso sia quello di cercare di porsi le domande “giuste” e condividerle nel modo più ampio possibile con i diversi attori coinvolti, con l’obiettivo di elaborare insieme risposte convincenti e sostenibili. Questo documento (allegato in calce alla pagina) è stato presentato all’intera platea degli insegnanti sammarinesi in un Convegno tenutosi al Teatro Nuovo di Dogana il 28 aprile 2014.

A partire dall’inizio dell’anno scolastico 2014/2015, per conseguire maggiore efficacia operativa, il percorso di riflessione/condivisione è stato canalizzato lungo tre principali dorsali (interconnesse):

inoltre, in ogni ordine di scuola (inclusi i Servizi socio-educativi per la Prima Infanzia e la Formazione Professionale) e per ognuna delle tre macroaree sopra elencate, sono stati individuati gruppi di insegnanti disponibili a portare il proprio contributo.

Si sono così costituiti tre gruppi di lavoro, ciascuno composto da insegnanti provenienti dai diversi ordini di scuola presenti a San Marino. Questa organizzazione “verticale” del confronto rappresenta, di per sé, un fatto rimarchevole, da considerare come necessaria condizione al contorno per lo sviluppo di proposte tra loro coerenti, pur nella naturale discontinuità del percorso formativo degli alunni.

Giancarlo Cerini coordina i lavori del gruppo che si occupa di indagare la rete di connessioni esistenti tra i nuovi scenari socio-culturali e le competenze attese degli alunni (trasversali, cognitive, disciplinari, sociali, …), in una ottica progressiva da 0 a 19 anni.

Luigi Guerra guida il gruppo che ha il compito di riflettere su una possibile revisione dei percorsi curricolari, ispirati al tema delle “competenze” di cui costituiscono il presupposto, e a didattiche più partecipate, per rafforzare i livelli di apprendimento raggiunti salvaguardando, nel contempo, l’attenzione ai bisogni educativi dei singoli.

Carlo Petracca, infine, supporta il gruppo di insegnanti che affronta il tema della valutazione. È necessario promuovere, anche nel contesto sammarinese, l’autovalutazione e la responsabilità sociale della scuola, condividendo l’architettura essenziale di un sistema di valutazione interno (ed esterno) degli Istituti presenti sul territorio, per acquisire informazioni affidabili sui risultati di apprendimento e sui processi attivati (educativi ed organizzativi). Occorre sviluppare una vera e propria “cultura della valutazione”, intesa primariamente come quadro di riferimento condiviso all’interno del quale progettare piani di miglioramento continuo delle scuole.

Il 13 novembre 2014 i professori Cerini, Guerra e Petracca hanno condiviso con i tre gruppi, riuniti in sessione plenaria, le linee guida del percorso. I prossimi incontri sono fissati per:

 
 

Scuola 2030

Siti scuole